News

CdT, 28.08.2010: La stagione dei funghi รจ entrata nel vivo con raccolti abbondanti

Lunedì 30 Agosto 2010 00:00

28 agosto 2010, CORRIERE DEL TICINO

La stagione dei funghi è entrata nel vivo con raccolti abbondanti

Gli esperti ricordano alla folta schiera di fungiatt i con­sigli principali sul comportamento da assumere e sulle precauzioni da prendere per evitare sgradite e pericolo­se sorprese. La priorità va sempre data alla sicurezza

La stagione 2010 dei funghi è iniziata da alcuni giorni in tutto il Cantone: dalla valle di Muggio fi­no alle valli superiori si segnala­no raccolti abbondanti di porci­ni: «Le condizioni meteorologi­che sono finalmente ideali - af­ferma Sacha Melera, presidente del Gruppo micologico Bellinzonese e val­li - fa caldo ed è umido. Le premes­se per una buona stagione ci sono anche quest'anno anche se non biso­gna dimenticare che è sufficiente un calo della tempera­tura o il vento da nord (annunciato per oggi, sabato, ndr.) per interrom­pere la crescita». L'anno scorso la stagione dei fungiatt era ini­ziata con qualche settimana di anticipo, prima della metà di agosto. Per la folta schiera degli appas­sionati non ci sarà il divieto di rac­colta dei funghi dal 7 al 13 settem­bre: la settimana di pausa, che era stata introdotta per far «riposa­re il bosco», è stata abolita l'anno scorso. Rimangono, invece, in vi­gore le altre disposizioni, in par­ticolare l'orario di raccolta (dalle 20 alle 7 la pratica non è consen­tita) e il quantitativo: al massimo si possono raccogliere tre chilo­grammi per persona.
Gli esperti ricordano i consigli principali: utilizzare solo cestini in vimini o sacchi di stoffa (mai i sac­chetti di plastica); non esporre i fun­ghi al calore (atten­zione ai bauli delle auto); raccogliete solo funghi com­mestibili ed in per­fetto stato sanitario; non distruggere i funghi velenosi e quelli impropri al consumo; in gene­rale è consigliabile rinunciate a consu­mare funghi crudi, mentre non vanno mai serviti funghi che non sono stati control­lati. Solo il controllore può dare indicazioni sicure.
Infine, non va dimenticata la si­curezza: oltre all'equipaggiamen­to adeguato (compreso il telefono cellulare), è importante conosce­re la zona in cui ci si reca e non bisogna assolutamente correre rischi per raccogliere un fungo. Informazioni dettagliate sul sito www.vapko.ch.